Estratti conto bancari, quali informazioni ci offrono e come ottenerli?

La richiesta o la consultazione di un estratto conto bancario è una delle operazioni più comuni per qualsiasi consumatore

Sai cos’è un estratto conto? Com’è composto? In questo articolo spieghiamo in cosa consiste questo importante documento, i suoi elementi principali e la sua funzione.

estratto conto bancario

L’estratto conto spesso finisce nel cestino (anche se è sempre più comune consultarlo online e senza doverlo stampare). È quel pezzo di carta che riceviamo per posta o che accompagna la transazione che abbiamo appena fatto allo sportello della banca e alla quale non prestiamo molta attenzione.

Ma quando arriva il momento di voler sapere qualcosa di più sul nostro denaro, cosa sta succedendo e cosa è successo nel nostro conto corrente, perché il nostro saldo non è quello che ci aspettavamo e allora che ricorriamo all’estratto, un’autentica mappa economica della nostra situazione finanziaria, e che a volte non sappiamo interpretare con precisione o, semplicemente, non sappiamo quali informazioni ci offre.

Estratto conto bancario, cos’è?

È un documento che il titolare di un conto di risparmio o di conto corrente può richiedere o ricevere periodicamente, in cui potrà conoscere il proprio saldo disponibile e i movimenti che ha effettuato nel mese consultato.


Viene rilasciato gratuitamente e cerca di mantenere sotto controllo tutte le operazioni che vengono eseguite e che rappresentano variazioni positive o negative nel saldo del conto. Per il periodo selezionato, vengono visualizzate tutte le operazioni eseguite indipendentemente dalla loro somma.

Leggi anche: come avere l’estratto conto Hype.

Estratto conto bancario, voci

I dati che l’estratto conto bancario deve contenere sono i seguenti:

  • Data di emissione.
  • Titolare del conto.
  • Saldo precedente.
  • Numero di conto.
  • Movimenti (dettagliata con data e importo).
  • Saldo finale.

Estratto conto bancario, date

Le date riportate nell’estratto conto bancario sono molto importanti e vengono gestite in particolare tre tipologie:

  1. La data di emissione della dichiarazione.
  2. La data del / i movimento / i, ovvero quando viene eseguita ogni operazione.
  3. La data di valuta, che è il giorno a partire dal quale un credito nel conto inizia a creare interessi o, al contrario, quando un debito smette di generare interessi.

Come leggere correttamente un estratto conto bancario

Gli estratti conto  mostrano i rendiconti dei movimenti dei conti bancari di ciascuna persona, da un conto di risparmio o da un conto corrente, investimenti o carta di credito hanno il riepilogo della gestione di detti prodotti.

Di solito è un documento/ricevuta a cui non viene data l’importanza che ha nella gestione delle finanze personali, di solito non si controllano e non si sa neache che questo pezzo di carta può salvarli dall’indebitamento eccessivo .

Come abbiamo accennato, l’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (OCSE) sottolinea che due giovani su tre nel mondo non sanno come gestire il proprio conto in banca o non sanno leggere i propri estratti conto, il che può generare un rischio di indebitamento eccessivo.

Per capire come leggere l’estratto conto bancario, devi sapere quale estratto arriva al tuo conto in ogni periodo, poiché dipende che si tratti di un conto di risparmio, di un conto corrente, di una carta di credito o di un altro prodotto, la fatturazione varia. L’estratto conto può variare da banca in banca, quindi non è sempre lo stesso tra di loro:

1) Termine di pagamento:  se non si paga il valore stabilito prima di tale data, si ha una mora generando maggiorazioni

2) Quota totale:  è l’importo approvato per effettuare acquisti o altro tipo di transazione. La quota varia tra ciascuna banca in base alla capacità di indebitamento di ciascuna persona e al comportamento dei pagamenti durante la vita creditizia. Mostra lo spazio disponibile dopo gli acquisti del mese.

3) Quota anticipata: è il valore approvato dall’ente per prelevare contanti. E dipende dall’importo della carta di credito.

4) Periodo di fatturazione:  sono le date da e fino a quando le transazioni dell’estratto conto sono state prese in considerazione, la data limite è mensile il 15 o 30 di ogni mese.

5) Riepilogo del saldo totale: è uno degli aspetti più importanti, che dettaglia gli acquisti effettuati, gli anticipi e gli interessi degli acquisti. Oltre alla data dell’operazione, il luogo in cui è stato effettuato il movimento e il numero di rate differite nell’acquisto.

6) Pagamento minimo: è l’importo da pagare ogni mese per gli acquisti effettuati nel periodo di fatturazione. In quel pagamento appare:

  • Il saldo in arretrato che verrà addebitato se si avessero ritardi nei mesi precedenti
  • Acquisti del mese le prime rate degli acquisti effettuati nel periodo di cut-off,
  • Interessi di mora generati dal mancato pagamento o ritardo nei mesi precedenti
  • L’interesse corrente che viene pagato quando gli acquisti sono differiti a più di una rata

Altre spese includono:

  • La commissione anticipata
  • Tassa di gestione
  • IVA per riemissione della carta

7) Pagamento totale: consente di non pagare interessi. È il valore totale degli acquisti con la carta, è meglio pagarlo per intero per non generare gli interessi correnti per il differimento delle rate.

Tipo di estratti conto bancari

  • L’estratto conto di risparmio o di conto corrente riflette i depositi o prelievi effettuati sul conto in un determinato periodo.
  • Il rendiconto del portafoglio investimenti mostra il comportamento e la performance dell’investimento e dati come la ritenuta d’acconto applicata.

A cosa serve l’estratto conto?

Diverse associazioni sottolineano quindi l’importanza di saper gestire correttamente il documento dell’estratto conto, poiché consente:

  • Conoscere la capacità di indebitamento
  • Come si spende il denaro e in più in caso di necessità risparmiare o pagare i debiti
  • Gli Interessi pagati sugli acquisti
  • Tieni sotto controllo le spese.

Estratto conto della carta di credito

Una delle dichiarazioni che genera confusione è l’ estratto conto della carta di credito, in cui compaiono tutti i movimenti effettuati durante il mese. Con acquisti, anticipi, tasse e interessi che generano.

Questo articolo sull’estratto conto bancario ti è stato utile? Esprimi la tua opinione.

Lascia un commento