Calcolo ISEE online: come funziona e quali documenti servono

Come calcolare l’ISEE online? La guida completa per procedere direttamente dal sito Inps.

Foto dell'autore

Sapevi che puoi preparare il tuo ISEE direttamente online? Non sempre perciò hai bisogno di un professionista, in alcuni casi puoi scegliere di fare da solo affidandoti ai servizi di calcolo ISEE online disponibili.

inps

Sicuramente lo strumento più affidabile è quello che ci viene proposto direttamente dal sito dell’INPS, pratico, veloce e molto preciso quindi perché non sfruttarlo? ISEE precompilato è la procedura che ti permetterà di calcolare il tuo ISEE online ogni volta che tu ne avrai bisogno, senza la necessità di rivolgerti ad un professionista. Scopriamo in questo articolo come fare per utilizzare al meglio questo strumento.

Chi può usare questo strumento?

Lo strumento è disponibile per tutti quanti. Generalmente quando abbiamo bisogno di un ISEE ci rivolgiamo ai professionisti di questo settore che sono Caf e patronati, oggi invece chiunque può sfruttare il servizio offerto da INPS semplicemente collegandosi sul proprio profilo personale e sfruttare il servizio. INPS acquisirà in completa autonomia tutti i dati necessari per calcolare il tuo ISEE, ai quali si aggiungono i dati rilasciati dall’Agenzia delle Entrate e quelli forniti dal cittadino, che in questo caso saresti tu.

Sicuramente è il metodo più veloce che abbiamo a disposizione e che permette di eliminare le perdite di tempo come il recupero dei documentazioni sulla propria situazione patrimoniale e reddituale.

Primo passo: iscrizione al portale

Il primo passo importante è quello di iscriversi al portale INPS quindi dovrai recarti sul sito ufficiale e accedere alla sezione “Entra in MyInps” fortunatamente oggi la procedura di iscrizione richiede pochi secondi. Puoi infatti utilizzare Spid, CIE o CNS per accedere al portale.

Trova il servizio

Il secondo passo è quello di trovare il servizio, nella barra di ricerca che troverai una volta entrato in MyInps vai a cercare “Isee precompilato” e INPS troverà il servizio per te. Tutto quello che devi fare ora è selezionarlo.

Trovato il servizio devi partire con l’acquisizione interattiva, quindi dovrai cliccare sul bottone che riporta la dicitura e avviarla. Ti chiederà di scegliere tra:

  • DSU integrale
  • DSU mini, che è più veloce e semplice

La differenza tra i due prodotti è nella procedura di invio e nella compilazione. Entrambe presentano la stessa validità e valore.

LA DSU mini si può compilare nei seguenti casi:

  • Non è necessario richiedere prestazioni per il diritto di studio universitario.
  • Nel nucleo familiare non vi sono persone non autosufficienti o disabili.
  • Nel nucleo familiare non sono presenti figli di cui i genitori non sono coniugati o conviventi.
  • Nel nucleo familiare non ci sono persone esonerate dalla dichiarazione dei redditi e prive di certificazione unica, o nel caso in cui non vi siano persone con adempimenti tributari sospesi per eventi eccezionali.
  • Non si vogliono richiedere prestazioni connesse ai corsi di dottorato di ricerca.

Quali dati sarà necessario compilare?

Ecco tutti i dati che verranno richiesti per la compilazione dell’ISEE:

  • Dati anagrafici di ogni componente del nucleo familiare. Il portale inserisce automaticamente solo i dati del dichiarante gli altri dovranno essere aggiunti, si può sfruttare il bottone “inserisci soggetto”.

Eseguita questa compilazione, dovrete selezionare ingranaggio, e poi anagrafica salvate tutto e tornate indietro.

Per tutti i componenti maggiorenni che non siano il richiedente sarà necessario inserire delega e riscontro, ossia un’autorizzazione alla precompilazione che può essere inviata in due modalità:

  • Ogni componente da la propria autorizzazione utilizzando il portale INPS dal proprio account.
  • Il delegante inserisce i dati di delega, che saranno trasmessi all’Agenzia delle Entrate che una volta effettuate le verifiche necessarie ne darà conferma.

Compilazione del Quadro B

A questo punto sarà necessario compilare il Quadro B che ha lo scopo di identificare il nucleo familiare. Si dovrà perciò indicare se ci sono figli minorenni con entrambi i genitori o se si è un unico genitore. Quale attività di lavoro o imprenditoriale è stata svolta di almeno sei mesi nell’anno di riferimento. Poi si dovranno indicare i dati dell’abitazione familiare.

Sottoscrizione

Una volta compilato tutto bisognerà sottoscrivere la dichiarazione cliccando sull’apposito bottone “sottoscrivi”.

Una volta effettuato tutto dovrai attendere il messaggio dell’INPS. L’INPS acquisisce i dati e poi li invia all’Agenzia delle Entrate che eseguirà i controlli e inserirà i dati in suo possesso, dopo di che rinvierà la documentazione all’INPS.

A questo punto riceverai un messaggio per procedere all’ultimo step ossia la verifica. Verificate ogni voce per vedere se è corretta e da questo momento in poi potrete scaricare l’ISEE tutte le volte che ne avrete bisogno.  

Lascia un commento