Come aprire un conto a Londra

Moltissimi giovani, intraprendenti e pieni di coraggio spesso provano ad andare all’estero per trovare opportunità lavorative. Londra è la meta di tantissimi ragazzi, sia per lo stile, sia per la città in se e soprattutto per le opportunità lavorative che può offrire soprattutto per quanto concerne il ramo della ristorazione.

Ma come aprire un conto a Londra? Com’è possibile farlo?

Allora, partiamo con il dire che non è molto semplice, ma non è impossibile. Vediamo il percorso step-by-step e sappiate che non è semplice come lo è in Italia.

Prima di tutto bisognerà fissare un appuntamento per l’apertura del conto corrente presso una banca inglese, c’è né sono davvero parecchie, la più famosa è la Barclays. Per fissare un appuntamento con il direttore bisognerà parlare con l’operatore allo sportello. Quest’ultimo farà delle domande molto semplici, vi chiederà dove abitate, e soprattutto se lavorate. E’ fondamentale avere un lavoro, infatti se voi non lavorate difficilmente vi apriranno un conto. Basta anche un’entrata piccolissima, ci sono ragazze che lavorano come ragazze alla pari (quindi circa 100 dollari a settimana) e le banche le permettono comunque di avere un proprio conto corrente.

Una volta fissato l’appuntamento con il direttore della banca sarà davvero una sorta di colloquio, la cosa migliore è avere un garante, magari clienti della stessa banca e questo vi darà davvero una mano molto importante. Data la Brexit adesso non andrà bene solo la carta di identità, ma ci sarà bisogno per forza del passaporto. Un “proof of address”. E’ la prova dell’indirizzo di residenza. Non servirà per forza il contratto di affitto, andrà bene anche la bolletta della luce o del telefono. Il colloquio non dovrebbe essere un problema, vi faranno alcune domande sull’apertura del conto, perché lo aprite, quali sono i servizi della quale avete bisogno di avere, quali carte dovrete attivare ecc. Il tutto si svolgerà in circa 30 minuti. Per avere una carta di credito però sarebbe meglio avere una sorta di lettera di raccomandazione dalla propria banca italiana. Una volta attivato il conto corrente avrete una sorta di codice IBAN per l’accredito.

Una cosa positiva delle banche inglesi è il costo. Per quanto concerne i costi quest’ultimi sono davvero molto simili a quelli che abbiamo anche qui in Italia, questo significa che ci sono moltissimi conti correnti a zero spese. Quindi, soprattutto se siete giovani e quindi se non avete bisogno di avere molteplici operazioni nel vostro conto corrente allora il costo sarà pari a zero. Per attivare completamente il conto e per avere la carta di debito è fondamentale fare un versamento di minimo 50 sterline che potrete ritirare successivamente all’apertura del conto.

Nel caso in cui vi siete trasferiti da poco, o avete in progetto di trasferirvi a Londra e quindi ancora non avete un lavoro potrete rivolgervi alla banca HSBC che offre alcune tipologie di conto fatte a posta per coloro che si sono trasferiti da poco oppure hanno in progetto di andare lì. C’è da specificare che in questo caso si potrà aprire il conto anche a distanza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *