Come aprire un conto deposito in Serbia

Quando si parla di rendere i nostri risparmi tramite i conti deposito italiani suona davvero molto strano. Questo perché come ben sappiamo i tassi di interesse che abbiamo qui nel nostro “bel paese” sono davvero molto bassi rispetto a quelle che offrono le altre banche dell’unione europea. Il problema deriva dalla pressione finanziaria e soprattutto fiscale. Le tasse aumentano, è davvero alle stelle ormai la tassazione e purtroppo il nostro governo non ci aiuta per niente. Molti si domanderanno, ma conviene aprire un conto deposito all’estero? Beh, si.

Il miglior stato per aprire un conto deposito all’estero è sicuramente la Serbia, non sembra ma è così. Basta parlare di numeri: la banca italiana che ha l’offerta del conto deposito vi offrirà il 2% di interessi magari anche netti. In Serbia non esistono questi numeri, per niente, li si parla dal 9% in su netto. Stiamo parlando quindi di un guadagno incredibilmente alto rispetto a quello che stiamo vivendo attualmente in Italia. Questo significa che è davvero molto interessante la possibilità di poter mettere al sicuro i nostri risparmi all’estero ed essere soprattutto sicuri dei guadagni in quanto in Seria la tassazione è davvero molto più bassa rispetto a quella che stiamo vivendo qui in Italia.

Come aprire un conto deposito in Serbia però? Quali sono i documenti per poter fare un’operazione del genere?

In questo articolo li andremo a vedere tutti. Partiamo con il dire che chiunque può aprire un conto deposito in Serbia anche se non si è residenti fisicamente nello stato. Prima di spiegarvi tutta la documentazione bisogna specificare che in Serbia il limite massimo per avere una garanzia è di “soli” 50.000 euro. Stiamo parlando quindi della metà di quello che abbiamo qui in Italia, non proprio il massimo quindi. Inoltre per poter aprire un conto deposito presso la Serbia bisogna conoscere la lingua serba. Se non siete a conoscenza di questa lingua fatevi aiutare da un professionista che vi aiuterà anche nella conversione da Euro in dinaro serbo. Bisogna stare attenti anche al foglio illustrativo del conto deposito, stiamo sempre parlando di un conto deposito extra-euro ed avere un minimo di conoscenza è fondamentale.

Per aprire il conto deposito si ha bisogno del passaporto e del documento di identità, possibilmente a lunga scadenza e se sta per scadere rifatelo presso il vostro comune. Dopo che avrete controllato le proposte di tutte le varie banche serbe ricordate anche di un altro piccolo dettaglio. Le banche serbe possono aprire il conto deposito sia in valuta locale sia in valuta euro, il problema però è che se dovesse scegliere il conto corrente in valuta locale ci sarà un 15% di tassazione sugli interessi maturati.

Prima di fare tutto ciò è bene quindi farsi due calcoli su quanta liquidità si vuole trasferire lì. Inoltre la Serbia non è che stia vivendo un periodo proprio roseo, quindi prima di spostare la propria liquidità è molto meglio informarsi sull’anzianità della banca per poter stare più tranquilli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *